1bet Sport Welcome Bonus
Cbet Sport Welcome Bonus

Calcio – Serie A: Si ferma ancora la Juve, ne approfittano Lazio e Napoli. Cadono Fiorentina e Roma

floc

Prima giornata del girone di ritorno, che vede l’ennesimo scivolone della Juve. Ad approfittarne l’Inter, che ieri ha facilmente superato il Pescara, la Lazio e il Napoli. Nella parte bassa della classifica, calano a picco Siena e Palermo, ma anche il Genoa che si fa superare dal Cagliari.

 

PARMA  1 – JUVENTUS  1

Prosegue il momento tutt’altro che positivo per la Juve, che al Tardini contro un ottimo Parma non va oltre l’1-1. I padroni di casa giocano un’ottima prima frazione di gioco, ma nel finale di tempo è la Juve ad andare più vicina al gol con Quagliarella, che si fa parare la conclusione da Mirante. Ad inizio ripresa, al 7’ passa la Juve con una punizione di Pirlo. Decisiva la deviazione di Biabiany, che spiazza Mirante. La Juve sbaglia molto in mezzo al campo, non riesce a chiudere il match e al 78’ subisce il gol del pareggio con Sansone, che lanciato da Paletta, supera in velocità un pessimo Caceres e batte l’inerte Buffon.

LAZIO  2 – ATALANTA  0

La Lazio vince e si avvicina sempre più alla vetta. Dopo un primo tempo chiuso a reti inviolate, i biancocelesti riescono a passare in vantaggio con un’azione molto rocambolesca: discesa di Radu, il cui cross viene deviato sulla traversa da un giocatore atalantino, sul rimpallo esce vittorioso Floccari, ex della partita, che la butta in rete. Grandi proteste dell’Atalanta per uno stop con la mano dell’autore del gol. Al 77’ l’autogol di Brivio chiude il match, regalando i tre punti alla squadra di Petkovic, che ora è a sole tre lunghezza dalla Juve capolista.

NAPOLI  3 – PALERMO  0

Vince facile il Napoli contro un Palermo sempre più in crisi. Dopo una buona mezzora, crolla la squadra di Gasperini che in soli quattro minuti va sotto di due gol. Prima il gol del vantaggio, realizzato di testa da Maggio, poi il siluro di Inler per il 2-0. Nel finale di partita, c’è spazio anche per la terza rete, siglata da Lorenzo Insigne.

UDINESE  3 – FIORENTINA  1

Vince a sorpresa l’Udinese, che dopo l’Inter, fa un’altra vittima illustre, la Fiorentina. Vittoria sorprendente, perché a passare in vantaggio erano stati proprio gli ospiti grazie ad uno sfortunato autogol del portiere Brkic. La partita dell’Udinese si fa subito in salita, ma nei minuti di recupero del primo tempo, i friulani ottengono un rigore molto contestato dalla Fiorentina. Rigore che viene realizzato dal solito Totò Di Natale. Nel secondo tempo, ancora tante proteste sul gol del sorpasso, realizzato ancora da Di Natale. Netta, infatti, la posizione di offside del numero dieci bianconero. Passano pochi secondi e l’Udinese segna ancora, stavolta le proteste non ci sono, ma è assurda la papera di Neto sul tiro di Muriel. Finisce 3-1, seconda sconfitta di fila per la Fiorentina.

CATANIA  1 – ROMA  0

Seconda sconfitta consecutiva, anche per la Roma che cade a Catania. Spreca troppo la squadra di Zeman, padrona del campo per gran parte del match, ma incapace di reagire dopo il gol subito. Clamorose, soprattutto, le occasioni capitate sui piedi di Destro. Al 62’, è un fulmine a ciel sereno il gol del “Papu” Gomez, innescato sul filo del fuorigioco da Bergessio. L’argentino lanciato a rete, supera abilmente Goicochea con un bel pallonetto. Nessuna reazione al gol da parte della Roma, ma sono addirittura gli etnei ad andare vicini al gol con delle buone azioni in contropiede.

CAGLIARI  2 – GENOA  1

Riesce ad uscire dalla lunga striscia di risultati negativi il Cagliari della coppia Pulga-Lopez, che riesce ad aver la meglio su un Genoa, che aveva mostrato segnali di ripresa negli ultimi match. E’ proprio il Genoa a passare in vantaggio con un colpo di testa del nuovo acquisto Pisano. Pochi minuti dopo, al 55’ arriva il pareggio firmato da Sau, al settimo gol stagionale. All’ 82’ arriva anche il gol che ribalta il risultato ed è Conti a realizzarlo con un perfetto stacco di testa. Cagliari che supera il Genoa, non solo nel risultato sul campo, ma anche in classifica. Ritorna al terzultimo posto la squadra di Delneri.

Nino Lanza

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>