We Cannot Be Serious! – Australian Open: il torneo dei numeri 1 e delle conferme

077483-djokovic-and-azarenka-with-australian-open-trophies

Consolone, non hai idea, ero nel meglio del sonno…

Prego?

Deve essere il fuso orario, ancora non mi sono ripreso.

Vedo che ti sei perfettamente immedesimato nell’occidentale con l’abbonamento sulla Rod Laver Arena.

Magari, anche se quest’anno non ci sono stati grandi match spettacolari.

Ma una volta che sei lì la qualità dei match conta, ma non come quando sei uno spettatore televisivo. Si sei coinvolto dall’ambiente, dalle attività, dai campi secondari, dagli stand, dagli allenamenti, dal luogo, da tante cose.

Ti vedo bello in forma stamane.

Mah sai quando l’università allenta la presa ci si sente sempre più sollevati.

Forse il periodo peggiore per piazzare uno Slam per giunta con un fuso orario di 10 ore, ma come facciamo tutti gli anni e ormai da tanti anni a seguire l’Australian Open??

Forza di volontà.

Oppure eravamo scemi, tra le due preferisco quella che hai detto tu.

Facciamo così che è meglio.

Ma in tutto questo da cosa cominciamo? Dai due giovani numeri uno che si confermano?

Partiamo da qui.

Inutile ricordarti che di Vika te l’avevo detto, anche se Li la finale l’ha persa sola distruggendosi la caviglia. Nel maschile Nole già dopo il sorteggio era dato grande favorito, ma ha rischiato anche lui di perdere; però in ottavi quando nessuno, forse nemmeno lui, se l’aspettava contro un generosissimo Wawrinka.

A parte il grosso spavento che Nole si è preso nel match di ottavi credo che la sua vittoria non sia mai stata in dubbio, anche in finale si vedeva come riusciva a reggere meglio il campo rispetto all’avversario. Su Vika sarò un po’ più cattivello di te e dico che, sebbene sia una grandissima tiratrice e meritatamente una delle prime 3 del mondo, nonché numero 1, deve ringraziare senz’altro la Li per il titolo ed il primato…la vedevo molto complicata per lei ad un certo punto.

Totalmente d’accordo, è un torneo femminile che ci ha lasciati un po’ così. Vika per confermarsi sul serio deve vincere almeno un altro Slam, quest’ultimo fa un po’ meno testo.

Oltretutto sono dispiaciuto per Li Na che aveva davvero a portata di mano il suo secondo titolo in un Major, poi due cadute rovinose e anche pericolose per la sua incolumità e la partita è girata. La cinese ha ancora una volta dimostrato che in Australia gioca alla grande e anche stavolta ha incredibilmente mancato l’appuntamento con la storia.

Quello che mi ha sorpreso di più è stato come ha fatto fuori la Sharapova in semifinale, perché la russa fin lì davvero sembrava una schiacciasassi. Ora o la russa aveva avuto un tabellone facilissimo, o improvvisamente è calata, ma non credo, oppure la Li era indubbiamente la più in forma.

Per me entrambe le cose.

E invece per Serena che scusa troviamo?

Mmm…la schiena?

Quello di solito o è Roger oppure Murray che se la tocca…non era caduta male sulla caviglia anche lei nei primi turni?

Si ma è stato un problema facilmente superato..poi con la Stephens ha accusato dolori alla schiena che a quanto pare le hanno impedito di incidere con il servizio, poi sappiamo anche che la mobilità non è eccezionale e la sconfitta è servita.

Si quando non spinge non ce la vedo a remare da fondo.

Esattamente, il contrattacco in corsa può essere l’unica arma che le fa guadagnare profondità, sennò è dura per lei reggere scambi con grande dispendio di energie.

Va bene, quindi la possiamo bocciare? Sperando che non ci senta e si arrabbi con noi.

Mah considerato che ha avuto problemi alla schiena non mi sento di bocciarla, forse sarebbe stato un torneo diverso..

Ho capito, c’hai paura che ti possa sentire. Ma almeno le italiane? Non tanto in doppio, ma nel singolare, soprattutto Errani ci si aspettava qualcosina in più.

Spero che la Errani non faccia la fine della Schiavone, più che altro perché da Francesca è fisiologico aspettarselo a 30 anni e più, ma Sara ha ancora 25 anni..

Archiviamola in giornata no, visto che poi hanno vinto il doppio. Per quanto riguarda la Schiavone come si suole dire ormai lontana parente, nemmeno in Fed Cup l’hanno convocata o sbaglio?

Singolare e doppio come sai sono due specialità molto differenti tra di loro, ma speriamo sia stata una giornata poco esaltante…per il resto credo che Barazzutti abbia finalmente fatto delle convocazioni intelligenti, negli ultimi due anni mi sembrava il Lippi dei mondiali 2010, attaccato ai campioni del passato che ormai non potevano più incidere come una volta.

Ce le ha ‘ste sparate, Seppi lo ha convocato spero…

Sisi: Seppi, Fognini, Lorenzi, Bolelli.

Ecco, Bolelli, che c’entra?? Un Bracciali per il doppio no?

Bolelli dovrebbe essere il doppista con Fognini, anche se ufficialmente per adesso la coppia sarà Bolelli/Lorenzi, ma durerà poco.

Passiamo ad altro che è meglio…

Prima di passare ad altro volevo brevemente riportare anche le convocazioni della Fed Cup: Errani, Vinci, Knapp e (finalmente) Burnett.

Si giusto scusa, almeno qui non vediamo Pennetta e Schiavone…per quando riguarda la Giorgi potrebbe sorprendere ma ho appreso che non sta benissimo quindi giusto lasciarla riposare.

Beh si sarebbe stato giusto convocarla ma se non sta bene meglio non rischiare, la Pennetta tornerà a breve dall’infortunio, sperando che possa tornare a buoni livelli.

Si perché ci avevano fatto abituare bene, vogliamo un’altra finale italiana al Roland Garros.

L’anno scorso la Errani ha disputato una stagione eccellente sulla terra rossa, una finale Slam è sempre difficile da raggiungere, ma replicando una grande stagione come quella precedente non è del tutto impossibile.

Non mi riferivo solamente al femminile io, chissà…o dici che l’ho sparata troppo grossa?

Mi sa di si, i tempi non sono ancora maturi..

Però ci siamo andati vicini, un’altro passettino, nemmeno troppo lungo, e Seppi arrivava in semi qui.

Ma qui ha avuto una grande occasione, non capita tutti i giorni.

Eh lo so si è creato lo spazio eliminando Cilic e poi si è giocato un match alla pari, se non addirittura partendo in vantaggio, contro Chardy che aveva creato l’altro buco eliminando Del Potro. Forse l’ha tradito questo, il fatto che stavolta era lui dato leggermente favorito.

Probabilmente si, peccato.

Dici che il buon Mats ci abbia messo il suo pure stavolta?

Non so se pure con Seppi abbia fatto la sua parte, l’ha fatta sicuramente con Djokovic, al quale disse in un intervista che secondo lui non avrebbe dovuto avere particolari problemi con Wawrinka: Nole mise subito le mani avanti (e anche da un’altra parte) e spese bellissime parole per il suo avversario, contro il quale poi diede vita al match del torneo.

Eh si bravo Nole a prendere precauzioni, però il caro Mats finalmente ne ha presa una.

Cosa aveva detto?

Eh, che Murray non aveva mai battuto Federer in uno Slam e lui si sentiva che quella sera sarebbe successo qualcosa di storico. Ma i fatti suoi mai?!

E dai non te la prendere, Federer avrà altre occasioni per rifarsi.

Sai benissimo di stare mentendo, più avanti si va meno ne avrà, però lo ripetiamo già da qualche anno quindi dai non ci possiamo lamentare.

L’anno scorso lo hanno dato ancora per finito, hanno detto che non avrebbe mai più vinto uno Slam… Mai stuzzicare la fame di Roger.

Infatti lo so, sto facendo apposta magari arriviamo in tempo per “resuscitarlo” verso luglio.

Sarebbe cosa gradita.

Le incognite par di capire che sono quei 2 giovincelli che si scambiano una settimana a maggio e il mistero che aleggia sull’ispanico e la sua rotula, visto che tutti gli outsider o possibili tali anche stavolta non si sono rivelati per nulla all’altezza.

Del Potro out con Chardy e Berdych che non ha minimamente impensierito Djokovic non sono un buon segnale per chi spera in qualche scossone nei piani alti del ranking e sotto il profilo dei risultati grossi.

Ma nemmeno Ferrer che arriva in semifinale, può battere tutti ma di fronte ai primi 4 non può davvero nulla.

Dimenticavo David, chiedo perdono! Tutto giusto, sulla terra può giocarsela in giornata positiva.

Secondo me nemmeno lì contro i primi primi, guarda forse solo se in giornata di grazia becca Nadal al rientro, ma rientra?

Dovrebbe rientrare ma il ginocchio è un’incognita, non si escludono ricadute! Su Ferrer aggiungo che anche con Murray potrebbe vincere, già l’ha fatto l’anno scorso.

Negli Slam?

Rolando Garros dell’anno scorso.

Non ricordavo, beh sempre meglio di niente, ma il problema principale resta quello, e mi duole dirlo che, manca Nadal.

Manca Nadal. Vederlo a Parigi senza pretese o non trovarlo nemmeno in tabellone è in ogni caso una brutta perdita per il torneo e per gli appassionati.

In effetti sarebbe stranissimo, senza contare che nuovamente ci lascia il tabellone squilibratissimo.

In questo torneo un po’ di meno perché, come già detto in precedenza, Ferru è più insidioso sulla terra battuta e magari anche perdendo potrebbe giocarsela con uno dei 3. E’ anche vero che lui è riuscito a battere Murray, che non dovrebbe incontrare in semi se la classifica dovesse restare quella attuale.

Ma in questo momento è 4, cioè paradossalmente uno si potrebbe ritrovare Nadal già in quarti, te lo immagini un Nadal Djokovic ai quarti a Parigi?

Sarebbe un affronto alla storia di questi due grandi campioni sicuramente, però le circostanze porterebbero a questo, pazienza.

Sempre meglio della “noia” avuta in quest’ultimo slam.

La noia potremmo ritrovarla anche al primo turno a Parigi, non si sa mai. Alla fin fine a Melbourne si è naturalmente andati a migliorare turno dopo turno, però solitamente il rosso riserva maggiori sorprese.

Dai turno dopo turno evviva, peggio non si poteva, la prima giornata è stata di una noia assoluta.

Sisi su questo non c’è dubbio, ti avevo pure mandato un messaggio di lamentele ricordi?

Vagamente, mi ricordo la giornata perché i nostri cari, anzi carissimi, colleghi l’hanno lasciata commentare a me

 Sisi, ricordo anche questo, perché mi auto-affidai l’incarico di darti una mano!

Eh vero per scrivere tutti i risultati dei match femminili, dai ti ho leggermente sfruttato, ma so che mi perdonerai.

E’  stato un grande piacere, non sentirti in debito con me. Comunque forse ai lettori non interessa molto di come è nato il resoconto della prima giornata, piuttosto interessa di più un parere sul torneo e sui protagonisti.

Lo stai chiedendo a me???

Siamo io e te, non ho altra scelta..

Questa me la segno. Per quanto riguarda il torneo lo definirei il torneo delle conferme, a partire dai due vincitori che confermano la prima posizione e il titolo dello scorso anno, al fatto che senza Nadal è confermato si perde qualcosa, come è confermato che se Federer non sta benissimo alla lunga non la vince e come confermato che il caro Andy farà sempre il numero 4.

Beh però Andy ha battuto Roger, non ti convince neanche questo?

Si ma lì ha giocato davvero bene, nonostante Federer non fosse al meglio, ma in finale l’ha interpretata diversa e non ha pagato.

In finale l’avversario era sicuramente molto più forte di lui. Ma sai che per la prima volta da oltre 10 anni (se non sbaglio dal 97′, ma non vorrei dire una fesseria) i tabelloni di singolare e di doppio sono stati vinti dalle prime teste di serie?

Per me puoi dire quante fesserie vuoi, non ne ho idea. Sia maschile che femminile?

Tutti i tabelloni di singolare e di doppio (esclusi i tabelloni junior) maschili e femminili.

Un record simpatico, non c’è che dire. Piuttosto io prima l’ho dato per scontato ma tu non l’hai recepito come tale: il tuo parere su torneo e protagonisti?

Il mio parere sul torneo è tutto sommato uguale al tuo, la mia statistica non fa altro che avvalorare la tua tesi, sui protagonisti mi vedo sofferente nel constatare che Federer alla distanza è sempre più debole (anche se ne è uscito egregiamente contro Tsonga), che Djokovic è mostruoso, che Murray è comunque in crescita e che dietro questi 3 (escludendo Nadal e qualche sprazzo di Ferrer) c’è il vuoto. Poi aggiungo che il torneo femminile ha lasciato un bell’alone di mistero per il futuro, non vedo nulla di scontato: insomma Vika ha vinto ma ha lasciato perplessità, Li Na ha giocato un gran torneo ma in Australia non è una novità, la Kvitova va sempre più giù, la Kerber comincia a mostrare qualche segno di calo, Serena non so come giudicarla, Masha ha peccato di superbia probabilmente, la Stosur non fa testo: disastrosa (ma la pressione ha giocato un ruolo fondamentale).

Insomma tu ci hai messo molto più p…ehm molto più torneo femminile.

Devo cercare di pareggiare il tuo “razzismo” dando loro maggiore considerazione.

Ecco, in questo We Cannot ce l’hai particolarmente con me, che ti posso aver fatto??

Si scherza, lo sai che ti voglio tanto bene socio!

La cosa comunque non mi quadra, va be’ andiamo avanti che ci dimentichiamo?

Ci dimentichiamo che Seppi è numero 18 del mondo. E anche che dobbiamo scambiarci un segno di pace come segno della mia profonda benevolenza nei tuoi confronti.

Quella è più una nota di servizio però ce l’abbiamo finalmente un italiano nei primi 20, io mi aspettavo Bolelli però.

Tanti anni fa sicuramente si, ormai credo sia un talento definitivamente perso.

Diciamo un flop in generale, invece flop del torneo maschile e femminile tu chi diresti?? Io prenderei Errani e Tomic, il secondo per beccarlo un po’ perché che non aveva spesa si sapeva ma almeno non farti lo sborone punzecchiando Federer.

D’accordo con te sulla Errani, tra i maschietti devo punire il tuo caro Del Potro, doveva essere tra gli outsider e invece si è fermato malamente agli ottavi.

Eh ho provato a nasconderlo, ma almeno mi son rifatto con Lauretta, per me top femminile anche se poi eliminata da un’altra top che sono sicuro citerai tu. Ragazzi avrei detto Seppi sicuro se fosse arrivato in semi, lo tengo lo stesso ma ci aggiungo Gasquet che l’ho visto molto più centrato rispetto al passato.

Sei stato esaustivo! Per me top femminile: (come preannunciavi tu) Sloane Stephens. Top maschile: Stan Wawrinka, se l’è meritato.

Se lo sarebbe meritato per me se chiamava il challenge su quella risposta dubbia al quinto.

La tua motivazione mi è piaciuta.

E allora io approfitto del momento positivo per me e direi che per questo Australian Open può andar bene così, prossimo appuntamento?

Prossimo appuntamento dopo il 1000 di Miami, c’è la stagione sul cemento invernale da commentare con il rosso alle porte. Ma viste le apparizioni sudamericane di Nadal non credo che dovremo attendere il Roland Garros per parlarne, credo ci sarà spazio per questa superficie anche la prossima volta.

Non vorrai mica tornare dopo i mille, li vogliamo proprio morti a inizio stagione i lettori.

Dobbiamo tenerci caldi, sennò rischiamo di perdere colpi.

Dai decideremo lungo la strada, intanto salutiamo affettuosamente come sempre i sopravvissuti e alla prossima che questa volta non diremo quando sarà.

Allora non sciogliamo le riserve, un saluto a tutti e forza Italia nel weekend di Davis!

Simone Milioti & Fausto Consolo

Share

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>