1bet Sport Welcome Bonus
Cbet Sport Welcome Bonus

Tour de France, il punto sulla prima settimana

Posted by

tour de franceEccoci arrivati al giorno di riposo. Riposo che sicuramente è meritato stando a quanto visto nelle ultime due tappe con arrivo in salita sui Pirenei. Per il resto i velocisti hanno avuto modo di dire la propria nelle tappe disegnate apposta per le loro caratteristiche.

Partiamo dalla classifica generale e la maglia gialla sulle solide spalle di Chris Froome (Sky), siamo passati dal ‘sono troppo più forti la corsa è chiusa’ del sabato al ‘la Sky è umana e Froome è attaccabile’. Ci sarà da capire cosa non è andato, se un errore di strategia della squadra che ha voluto chiudere subito sugli attaccanti nella 9 tappa, se magari si è esagerato nella 8 tappa a fare i prepotenti, insomma serve che la corazzata Sky si dia degli obiettivi precisi, perché la maglia ce l’hanno loro è vero, ma da qui agli Champs Elyseé la strada è lunga e in mezzo ci sono le Alpi e Froome non può correre da solo.

Oltretutto i diretti avversari  non sembrano più spacciati come si credeva. Contador (Saxo) e Schleck (Radioshack) sembrano in ripresa. Mentre al contrario vanno davvero forte i Belkin che non hanno un vero e proprio capitano, ma sono in due e in classifica, e i Movistar con Valverde e Quintana, quest’ultimo anche maglia bianca, che in salita si trovano molto a loro agio.

Chi non abbiamo ancora visto sono gli Europcar, o meglio abbiamo visto Voeckler tentare una fuga senza successo, mentre il connazionale e compagno di squadra Rolland ha la maglia a pois e non sarà facile strappargliela. Si è nascosto molto anche Gilbert (Bmc) anche se forse non c’è molto da stupirsi visto che i capitani della squadra sono davvero stati molto deludenti fin qui: Van Garderen ed Evans.

Ciò di cui siamo certi invece è la maglia verde di Sagan (Cannondale) che è vero ha vinto una sola tappa, ma rispetto ai diretti avversari sappiamo che soffre molto meno se c’è qualche colle da scalare. Comunque una tappa vinta anche per Cavendish (Omega), Kittel (Argos) e Greipel(Lotto). Tutti loro se la sono vista brutta nell’ultima tappa rischiando di arrivare fuori tempo massimo, ma per fortuna dei tifosi sono arrivati.

Purtroppo ancora nessuna gioia italiana, Cunego (Lampre) che doveva essere l’azzurro per la generale è sprofondato già nella prima tappa pirenaica, e gli altri non sembrano stare meglio, a questo punto ci aspettiamo almeno qualche tappa vinta in fuga. Ci aspettiamo anche Moser (Cannondale) che ok è giovane e alla prima apparizione al Tour, ma se buon sangue non mente sappiamo che proverà a piazzare un acuto.

Così salutiamo la prima settimana di Tour che ci ha consegnato la prima maglia gialla del continente nero Daryl Impey (Orica), una corsa per fortuna ancora aperta e dobbiamo ricordare i ritiri di Van Den Broeck(Lotto) e di Janez Brajkovic (Astana). Si ripartirà domani, 197 km fino a Saint-Malo e arrivo adatto ancora una volta ai velocisti.