L’Italia di Giampiero Ventura non è ancora a pieno regime

0 Flares Filament.io Flare More Info“> 0 Flares ×

La prima partita con di fronte un avversario degno di questo nome dell’Italia di Ventura si è conclusa con un pareggio allo Juventus Stadium contro la Spagna. Tralasciamo la serata di libertà che si è concesso l’arbitro tedesco Brych che tiene troppo in tasca i cartellini ed in più aveva lasciato correre sul fallo di Ramos su Eder in occasione del rigore, venendo salvato tempestivamente dal suo assistente.

Gli azzurri sono sembrati comunque scendere in campo col freno a mano tirato. Sicuramente si saranno accavallati molti pensieri nelle teste dei nostri calciatori, vai a rincontrare la Spagna che ti aveva lanciato nell’Europeo appena qualche mese fa, vai ad affrontare per la prima volta una squadra di un certo livello da quando c’è Ventura in panchina, vai a giocarti buone possibilità di vincere il girone giocando in casa.

Non sarà stato facile per Ventura fare la formazione che infatti ripropone quasi le stesse scelte che avrebbe fatto Conte se fosse ancora alla guida della Nazionale. Pellé e Eder sono gli esempi lampanti. Ventura comunque non ha il carisma di Conte, non trasmette ai giocatori la stessa carica che probabilmente il suo predecessore riusciva a scuotere lo spogliatoio. Forse scendendo ancor più nel dettaglio non tutti lo rispettano, vedi Pellé che esce dal campo, sostituito, e non stringe la mano al Ct che gli porge la mano e senza guardarlo neanche in faccia si siede in panchina.

L’Italia fino a quel cambio era sembrata non spaventata o spenta, ma semplicemente era come se quella macchina stesse andando col freno a mano tirato. D’altronde Ventura è bravo a lanciare i giocatori, è stato scelto per questo, quindi nel momento in cui ha mandato in campo le sue scelte, i giocatori cresciuti da lui nel Torino, Belotti e Immobile, e non le scelte di Conte pre-europeo, la differenza è stata lampante.

Non ce ne voglia neanche Gigi Buffon che non si discute e può capitare anche a lui di sbagliare è soltanto un caso che lo citiamo nella serata dell’errore in uscita un po’ goffo, ma in panchina ci sta un altro Gigi giovane che dovrebbe essere anche lui lanciato e fare esperienza. Sarebbe il caso che Ventura tolga definitivamente il freno a mano e alleni l’Italia con il suo stile di guida.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io Flare More Info“> 0 Flares ×
Simone Milioti

Simone Milioti

Vivo a Messina dove ho concluso i miei studi nell'ambito della comunicazione. Il mio primo amore è stato Roger Federer, da lì in poi la mia passione si è allargata a tanti altri sport. Oltre a scrivere (ora dirigere) presso LoSportOnline ho anche collaborato alla nascita di Blog34, piazza virtuale studentesca, di cui vado molto fiero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *