Pedrosa ritrova la vittoria davanti a Rossi e Lorenzo

0 Flares Filament.io Flare More Info“> 0 Flares ×

Una gara maschia e ricca di colpi di scena quella di oggi a Misano Adriatico. La marea gialla che ha invaso l’autodromo per sostenere il pilota di casa, Valentino Rossi, si è però dovuta arrendere alla palese superiorità della Honda numero 26 cavalcata da un monumentale Daniel Pedrosa. Otto vincitori diversi nelle ultime otto gare manifestano un andamento quantomeno inusuale del mondiale di MotoGp, ma l’imprevedibilità è sempre stata un ingrediente imprescindibile per la riuscita di un buon spettacolo.

Allo spegnimento del semaforo, come di consuetudine, specie partendo dalla pole position, Jorge Lorenzo scatta via benissimo e gira primo alla variante del parco. Non brillantissimo sullo stacco, Rossi riesce però a recuperare la posizione su Vinales e si mette subito all’inseguimento dello spagnolo. Inseguimento che durerà poco visto che al secondo giro Valentino sferrerà deciso l’attacco al compagno di squadra prendendo la testa della corsa.

Una volta in testa il nove volte campione del mondo ha impresso un grande ritmo alla gara, insostenibile sia per Lorenzo che per Marquez, ma non per Pedrosa che dalle retrovie, a suon di giri veloci, riesce nell’impresa di ricucire lo strappo sul gruppetto di testa e a sette giri dalla bandiera a scacchi si porta in testa. Nonostante la grande voglia di replicare allo spagnolo, Rossi è costretto a rinunciare all’impresa in luogo di un treno di gomme evidentemente più stressate rispetto a quelle dello spagnolo.

Il motomondiale si conferma così imprevedibile e in questa giornata dove il podio sembrava già scritto, il pilota di Sabadell trova la quadra e la spunta su tutti i suoi agguerritissimi avversari. Punti importanti per Rossi che ne recupera 7 a Marquez, che però, giocando in rimessa, riesce comunque a chiudere quarto e quindi a mantenere Valentino a ben 43 punti di distacco. Prossima tappa Aragon dove l’anno scorso proprio Pedrosa e Rossi inscenarono un duello senza esclusioni di colpi, dove lo spagnolo ebbe la meglio.

CLASSIFICA

POS. PUNTI NUM. PILOTA NAZIONE TEAM MOTO KM/H DATA E ORA/DISTANZA
1 25 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 162.3 43’43.524
2 20 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 162.1 +2.837
3 16 99 Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 162.1 +4.359
4 13 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 161.7 +9.569
5 11 25 Maverick VIÑALES SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 161.4 +15.467
6 10 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 161.1 +19.676
7 9 51 Michele PIRRO ITA Ducati Team Ducati 160.9 +22.936
8 8 44 Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 160.7 +27.155
9 7 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda Honda 160.7 +27.202
10 6 19 Alvaro BAUTISTA SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 160.2 +33.968
11 5 9 Danilo PETRUCCI ITA OCTO Pramac Yakhnich Ducati 159.9 +39.206
12 4 6 Stefan BRADL GER Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 159.9 +39.967
13 3 8 Hector BARBERA SPA Avintia Racing Ducati 159.7 +42.997
14 2 50 Eugene LAVERTY IRL Pull & Bear Aspar Team Ducati 159.3 +49.450
15 1 45 Scott REDDING GBR OCTO Pramac Yakhnich Ducati 159.0 +54.879
16 68 Yonny HERNANDEZ COL Pull & Bear Aspar Team Ducati 158.4 +1’05.072
17 53 Tito RABAT SPA Estrella Galicia 0,0 Marc VDS Honda 131.3 5 Giri
Non classificato
41 Aleix ESPARGARO SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 160.4 11 Giri
12 Javier FORES SPA Avintia Racing Ducati 155.8 13 Giri
22 Alex LOWES GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 157.9 21 Giri
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io Flare More Info“> 0 Flares ×
Jacopo Leopardi

Jacopo Leopardi

Jacopo Leopardi, riminese e studente in Ingegneria dell'Autoveicolo presso il Politecnico di Torino. Sono un grande appassionato di motori, seguo la MotoGP da anni e adoro scrivere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *