Rio, day 16 – Settebello di bronzo in attesa della finale di pallavolo

0 Flares Filament.io Flare More Info“> 0 Flares ×

Penultima giornata di giochi, le discipline cominciano ad esaurirsi, alcuni atleti sono già tornati a casa, vengono selezionati i portabandiera per la cerimonia di chiusura e affiorano i primi momenti nostalgici.

Non c’è solo questo, è anche tempo di conquistare le ultime medaglie, impreziosire ancor di più il medagliere e nella giornata di ieri ci siamo riusciti grazie ad un intramontabile Settebello che riesce in acqua a superare il Montenegro e salire sul gradino più basso del podio alle spalle di Serbia e Croazia. Il match è stato gestito alla grande dai ragazzi di Campagna che sono rimasti sempre in vantaggio, hanno sempre subito il ritorno degli avversari ma sono sempre riusciti con orgoglio a tornare sopra. Il fatto che la Serbia poi abbia demolito la Croazia nella finale per l’oro non può che farci rimpiangere meno amaro la semifinale.

Nella nottata eravamo impegnati in altre finali di atletica la 4×400 donne, in cui ci siamo piazzate seste, e la finale di salto in alto femminile in cui avevamo ben due ragazze qualificate, la Rossit e la Trost, quest’ultima ha sfiorato il podio perché anche se classificata quinta ha saltato solo una misura sotto le altre quattro davanti che si sono divise le medaglie compresa quella di legno. Olimpiade di atletica in pista che si chiude appunto con le due vittorie nelle staffette per gli Stati Uniti.

Veniamo alle medaglie che ancora si devono assegnare, oggi per noi italiani l’appuntamento è nella serata per scoprire se la nostra corazzata aerea riuscirà a battere il Brasile della pallavolo – mentre il Brasile di calcio è riuscito a vincere finalmente l’oro, sfatando il tabù Germania, regalando a Neymar la copertina da conservare in camera visto che è stato lui a segnare l’ultimo rigore e chiudere il match – tutto il pubblico tiferà sicuramente i suoi ma Zaytsev, Giannelli, Juantorena, Buti, capitan Birarelli e tutti i ragazzi di Blengini siamo sicuri proveranno a vincerla. Non come abbiamo visto tante volte in queste Olimpiadi i nostri affrontare una medaglia per l’oro, già paghi dell’argento forse e poco professionali condizionati dallo spirito olimpico.

Altra gara da seguire a tinte azzurre, o almeno speriamo, è la prova di Mountain Bike maschile in cui il nostro Marco Aurelio Fontana difende il bronzo di 4 anni fa a Londra – stavolta speriamo col sellino – inoltre grande attesa per Peter Sagan il campione del mondo slovacco di ciclismo su strada che si cimenterà nella prova di mtb.

Da non perdere neanche la finale per l’oro di Basket, dove gli Stati Uniti cercano il bis – dopo la vittoria delle ragazze sulla Spagna – contro la sorpresa Serbia, dovrebbe essere una medaglia scontata. Poi attenzione tutta sulla maratona che storicamente si corre nell’ultima giornata di gare. Chiuderà la giornata la cerimonia di chiusura all’1:00 italiana, lo spegnimento del braciere olimpico e il passaggio di consegne verso Tokyo 2020.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io Flare More Info“> 0 Flares ×
Simone Milioti

Simone Milioti

Vivo a Messina dove ho concluso i miei studi nell'ambito della comunicazione. Il mio primo amore è stato Roger Federer, da lì in poi la mia passione si è allargata a tanti altri sport. Oltre a scrivere (ora dirigere) presso LoSportOnline ho anche collaborato alla nascita di Blog34, piazza virtuale studentesca, di cui vado molto fiero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *