1bet Sport Welcome Bonus
Cbet Sport Welcome Bonus

Euro16: il cammino delle nazionali nella competizione

0 Flares Filament.io Flare More Info"> 0 Flares ×

Quest’anno ha avuto luogo la 15ª edizione del campionato europeo di calcio 2016 noto anche come Euro 2016.
Il torneo organizzato dalla UEFA si è svolto in Francia ed è iniziato il 10 giugno ed è terminato il 10 luglio, data in cui allo Stade de France il Portogallo ha battuto i padroni di casa per 1-0 nei tempi supplementari. In precedenza, la stessa nazione aveva ospitato le edizioni del 1960 e del 1984.
La principale novità nel formato riguarda l’allargamento del numero di partecipanti da 16 a 24, riprendendo la formula che caratterizzò i campionati mondiali dal 1986 al 1994.
In questo Euro16 ci sono state squadre all’apparenza meno forti che invece hanno ribaltato i pronostici, mentre altre nazionali superiori che hanno deluso.
Le squadre che hanno impressionato sono il Galles e l’Islanda.

Galles – Anche se è fuorviante parlare di «sorpresa» gallese. La chiave di tutto è il motto che si traduce in un semplice «best play is team play» (il miglio gioco è quello di squadra). E in effetti, il Galles attuale sembra aver raggiunto un legame imitato da poche altre squadre del torneo, con un solo vero fuoriclasse Gareth Bale.
Il Galles supera la fase a gironi nel gruppo B aggiudicandosi il primo posto con 6 punti, vincendo la prima partita contro la Slovacchia per 2-1, perdendo poi contro l’Inghilterra per 2-1 e infine stravincendo per 0-3 contro la Russia. Nel girone Bale segna 1 gol a partita.
Negli ottavi di finale incontra l’Irlanda del Nord ma sono fortunati perché vincono per 1-0 grazie ad un autogol.
Nei quarti di finale invece è stata la volta del Belgio che viene battuto per 3-1.
Ma è proprio alle semifinali che termina la corsa del Galles con il Portogallo che vince per 2-0.

Islanda – L’Islanda, invece, si aggiudica il secondo posto nella fase a gironi nel gruppo F con 5 punti, pareggiando per 1-1-sia la prima partita con il Portogallo e la seconda con l’Ungheria e vincendo per 2-1- contro l’Austria.
Agli ottavi di finale gli islandesi battono per 2-1 l’Inghilterra, ma proprio ai quarti di finale il sogno finisce perché vengono sconfitti dai francesi per 5-2.
Questa nazionale nordica ha un fascino tutto suo, fatto di vulcani, musica e paesaggi. Bastava guardarli alla partita d’esordio durante il loro bellissimo inno: composti e commossi di una commozione trattenuta, in un orgoglio mediato dall’austerità luterana, i giocatori islandesi esprimevano un’incursione emotiva senza precedenti.
Affiora anche solo scorrendo, i nomi della rosa della nazionale islandese, lam desinenza «son», «figlio», esprime un patronimico «mitologico» che ha permesso agli islandesi di battere il record danese (undici giocatori contro dieci con lo stesso finale di cognome) ed è esteso a tutti i 23 convocati eccetto il più noto, Gudjohnsen.
All’arrivo in patria dopo l’eliminazione ai quarti, i giocatori sono stati accolti da tutta la nazione con canti e cori da brividi.

 

La squadra che ha deluso maggiormente è la Spagna. È arrivata seconda nel girone del gruppo D con 6 punti, vincendo due partite con Rep. Ceca e Turchia e perdendo con la Croazia per 2-1.
Agli ottavi di finale gli spagnoli incontrano l’Italia e perdono per 2-0 ed escono dalla competizione.

L’Italia sembrava condannata a non superare neanche la fase a gironi e invece, gli azzurri sono riusciti a raggiungere i quarti di finale con una squadra piuttosto rimaneggiata soccombendo con la Germania soltanto ai rigori per 6-5.

Il Portogallo ha sorpreso tutti raggiungendo la finale contro il paese ospitante e vincendo per 1-0 nei tempi supplementari grazie al gol di Eder.
I lusitani arrivano terzi nella fase a gironi nel gruppo F con 3 punti, pareggiando tutte e tre le partite. Agli ottavi di finale vincono contro la Croazia per 0-1, poi ai quarti incontrano la Polonia e vincono ai rigori, e alle semifinali sconfiggono il Galles per 2-0.
In questa partita si sfidano i due compagni di squadra Bale e Cristiano Ronaldo.

La Francia paese ospitante si aggiudica il primo posto nella fase a gironi nel gruppo A con 7 punti, vincendo la prima partita contro la Romania per 2-1, con l’Albania per 2-0, e infine pareggiando 0-0 contro la Svizzera.
Agli ottavi di finale i francesi hanno battuto l’Irlanda per 2-1, mentre ai quarti hanno vinto contro l’Islanda per 5-2.
Alle semifinali incontra la Germania stravincendo per 0-2.
In finale la Francia viene poi sconfitta dal Portogallo.

Il protagonista dell’Europeo 2016 è il francese Antoine Griezmann.
L’attaccante dei bleus è stato votato giocatore del torneo Euro16 dagli osservatori tecnici UEFA.
Le petit diable così soprannominato, ha concluso il torneo con sei gol e due assist, guidando la sua nazionale a un passo dalla vittoria finale.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io Flare More Info"> 0 Flares ×

Maria Luisa Cozzolino

Vivo a Messina, ho 22 anni e sono diplomata in ragioneria. Amo il calcio, ma la mia passione è l'Inter, i miei idoli sono Zanetti, Milito e Facchetti. "Essere nerazzurri è un traguardo, un segno di eccellenza. Vi chiedo di urlare forza Inter con passione, ma senza rabbia" cit Giacinto Facchetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *