1bet Sport Welcome Bonus
Cbet Sport Welcome Bonus

Quanti rimpianti, Roma! Ibrahimovic guida il PSG ai Quarti

0 Flares Filament.io Flare More Info"> 0 Flares ×

Sono conclusi i primi 4 ottavi di finale di Champions League 2015/16, dove vedeva impegnata la Roma nel classico di “Mission Impossible” al Santiago Bernabeu. E come accadde all’andata, tanti rimpianti per i capitolini che escono sconfitti ma con onore. Il terzo scontro degli ultimi tre anni tra il PSG e Chelsea va ai francesi, mentre il Benfica espugna nel finale San Pietroburgo e vola ai Quarti dopo quattro anni. Il Wolfsburg invece fa la storia ponendo fine alla favola del Gent. Vediamo nel dettaglio i quattro match giocati.

 

Real Madrid vs Roma 2-0 (2-0)

Prestazione identica all’andata, risultato identico. Qualche rimpianto all’andata, tanti anche al ritorno. Un classico ormai per le squadre italiane che non sfigurano contro le potenze europee ma escono comunque sconfitte. Non inganni il complessivo 4-0, perché la Roma avrebbe meritato qualcosa di più, magari non il passaggio del turno, ma sicuramente uno scarto complessivo minore. Perché il Real non ha dimostrato di essere veramente superiore alla Roma. Spalletti si affidava ai precedenti che vedeva spesso i capitolini violare il tempio del Santiago Bernabeu, e trova un Real solito, ossia spinto in avanti ma allegro dietro. E la Roma ne sa approfittare, a differenza dell’andata sa mettere i giocatori davanti al portiere. Ma stavolta a mancare è il cinismo, con Salah due volte e Dzeko che sbagliano clamorose occasioni che avrebbero potuto riaprire il discorso qualificazione mettendo pressione ai Blancos. E al primo gol del solito Cristiano Ronaldo, il sipario è calato inevitabilmente. Esce dunque di scena la squadra di Spalletti, che non ha nulla da recriminare perché la sua buona figura l’ha fatta evitando le celebri batoste del recente passato. Il sorteggio non è stato benevolo ma la sfida, detto dopo ovviamente, non era così impossibile come annunciato alla vigilia, con la Roma che si è ritrovata con l’allenatore italiano ma alla fine contano i risultati e i palloni che gonfiano la rete. Sia comunque di buon auspicio per la corsa in campionato che vede la Roma in costante ascesa e magari per i programmi del prossimo anno: se ci crede di più, può fare grandi cose anche in campo europeo. Per ora, il massimo l’ha fatto in Champions dato che oggettivamente era difficile passare davanti al Barcellona nei gironi e poi superare il Real, che se si presenta così nei turni successivi non andrà lontanissimo. Da segnalare il tributo del Bernabeu a Francesco Totti, entrato nel secondo tempo con una standing ovation da brividi: che sia l’ultimo capitolo della storia europea dell’ “ottavo Re di Roma”? Tale trattamento ricorda molto Ronaldinho con la maglia blaurgana e un certo Alessandro Del Piero.

 

Chelsea vs Paris Saint Germain 1-2 (1-2)

Anche qui assistiamo allo stesso risultato dell’andata, con il PSG che espugna Stanford Bridge e vola ai Quarti, chiudendo di fatto la stagione del Chelsea, date le difficoltà in Inghilterra, e di fatto anche il ciclo di successi. Nonostante il risultato dell’andata potesse infondere coraggio ai Blues, a fare la partita sono i francesi, pur senza il metronomo principale, quel Verratti la quale assenza stasera si è fatta sentire in mezzo al campo, anche se il sostituto Rabiot ha segnato il gol del vantaggio su suggerimento del solito Ibrahimovic. Infatti il PSG faticava a tenere il possesso palla con il pressing, e successivo contropiede, del Chelsea, guidato da Diego Costa, autore del gol della speranza e vero condottiero che però alza bandiera bianca all’inizio del secondo tempo. La squadra di Hiddink ha avuto le sue occasioni, ha avuto il merito di tenere la sfida aperta per 70 minuti circa, fino al colpo del KO definitivo siglato da Ibrahimovic, che si è vendicato dell’espulsione dello scorso anno proprio su questo campo. Lo Svedese, forse all’ultima chance di alzare la coppa con le orecchie, stavolta si è dimostrato decisivo, come all’andata, potrebbe essere finalmente la volta buona? La risposta la scopriremo con avversari più adatti, di certo il PSG se la gioca con tutte, soprattutto con il campionato francese in cassaforte e quindi con la possibilità di concentrare tutte le energie all’assalto europeo. Per il Chelsea non resta che attendere la fine della stagione per dimenticare, resettare e ripartire con un nuovo ciclo, a detta di molti targato da Antonio Conte, che potrebbe ricalcare le orme degli ultimi, e vincenti, italiani passati per la panchina Blues come Carlo Ancelotti e Roberto Di Matteo.

 

Wolfsburg vs Gent 1-0 (3-2)

Per la prima volta nella storia, il Wolfsburg è ai quarti di finale battendo in casa la sorpresa del torneo, il Gent, con un gol di Schurrle, con i tedeschi che giocano una partita intelligente sfruttando il vantaggio della vittoria esterna dell’andata. Quasi sicuramente, questa squadra sarà quella che vorranno tutti ai Quarti di Finale, ma sarà una brutta gatta da pelare. Per il Gent rimane una storica Champions con la partecipazione per la prima volta degli Ottavi ad eliminazione diretta, cercando di onorare l’impegno nel miglior modo possibile.

 

Zenit vs Benfica 1-2 (0-1)

Ennesima occasione persa per lo Zenit, che non riesce a superare gli Ottavi di Finale. A San Pietroburgo però c’è stata partita per 85 minuti, fino al gol di Gaitan, venti minuti dopo il gol del “pareggio” di Hulk, che di fatto spedisce lo Zenit all’inferno e manda il Benfica ai Quarti di finale con la palma di sorpresa del torneo insieme al Wolfsburg. Talisca firma poi in zona cesarini il gol della vittoria che bissa il successo dell’andata. Ennesima bocciatura per lo Zenit che in queste due partite ha fatto ben poco per meritare il passaggio del turno, mentre il Benfica spera in un sorteggio benevolo per continuare a stupire.

 

Settimana prossima gli ultimi 4 Ottavi di finale che delineano le 8 squadre che si sfideranno, senza regole di sorteggio, per la finale che ricordiamo quest’anno si disputa a San Siro di Milano.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io Flare More Info"> 0 Flares ×

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *