1bet Sport Welcome Bonus
Cbet Sport Welcome Bonus

Il Post-It: la Rai, i diritti televisivi e le Olimpiadi

0 Flares Filament.io Flare More Info"> 0 Flares ×

Mancano solo cinque mesi all’evento sportivo dell’anno che raccoglierà atleti da tutto il mondo. Il 5 agosto cominceranno le Olimpiadi di Rio e conoscendo il contesto brasiliano sarà tutto una festa. Questo numero cinque ci sta tormentando e non soltanto perché parliamo della competizione che ha come logo storico i cinque cerchi a rappresentare i continenti, ma perché 5 saranno le ore di differenza tra Italia e Brasile quest’estate durante la manifestazione.

In parole semplici la mattinata brasiliana sarà il nostro pomeriggio e la sera di Rio andrà ad intaccare le nostre banner470_rio2016nottate. Per chi vorrà seguire l’evento forse è anche più comodo poiché la mattina può essere dedicata al lavoro o allo svago, mentre nel primo pomeriggio si potranno seguire le eventuali qualificazioni e la sera le gare importanti dove verranno assegnate le medaglie.

Arriviamo dunque al punto, l’evento potrà essere seguito in Italia sulla Rai, che ha acquisito i diritti televisivi per trasmetterlo, ma a cinque mesi dall’inizio ci vengono i dubbi. Perché se pensiamo a come ha trasmesso l’edizione precedente Sky (Londra 2012 e Sochi 2014) e se nello stesso momento pensiamo a come gestisce orari e palinsesti la Rai, abbiamo molto più che qualche dubbio, ma veri e propri brividi di terrore.

Nel weekend appena passato abbiamo avuto un assaggio di quello che potrebbe accadere, la Rai aveva acquisito i diritti del mondiale di ciclismo su pista (sarà anche disciplina olimpica ad agosto), ma al contempo si è accavallata la Coppa Davis (competizione di tennis per nazioni) il venerdì sera, a quel punto sono stati evidenti i limiti del servizio pubblico, che per mandare in onda uno ha oscurato l’altro e viceversa, senza prevedere repliche. Il problema? In questo caso i tempi variabili del tennis e un solo canale di trasmissione RaiSport1.

Ovviamente la Rai in vista delle Olimpiadi dovrà attrezzarsi con più dirette contemporaneamente sui propri canali anche principali, in quel periodo probabilmente si potrà fare a meno delle varie fiction o simili. Prevedere qualche replica o highlights per chi magari non dovesse riuscire a guardare gli eventi più importanti live. Ma il salto di qualità sarebbe sfruttare al meglio le potenzialità del web tramite Rai.tv, uno spazio streaming dedicato esclusivamente all’Olimpiade.

Ecco qualche consiglio per sfruttare appieno i diritti per cui la Rai, televisione ufficiale, ha comunque pagato.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io Flare More Info"> 0 Flares ×
Simone Milioti

Simone Milioti

Vivo a Roma, ma sono nato in provincia di Messina dove ho concluso i miei studi nell'ambito della comunicazione. Il mio primo amore è stato Roger Federer, da lì in poi la mia passione si è allargata al ciclismo grazie al mio concittadino Vincenzo Nibali e ad altri sport. Le Olimpiadi per me sono un'orgia sportiva. Oltre a scrivere e dirigere LoSportOnline ho anche partecipato alla fondazione di Blog34 (piazza virtuale studentesca di Messina, di cui vado molto fiero) e collaborato con OkCalciomercato, curando la rubrica "The Italian Job".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *