1bet Sport Welcome Bonus
Cbet Sport Welcome Bonus

Coppa Italia 2015/16 – l’atto finale è Juventus vs Milan

0 Flares Filament.io Flare More Info"> 0 Flares ×

20160301_205723Siamo giunti all’atto finale della Coppa Italia 2015/16, e sarà Juventus vs Milan, finale annunciata alla vigilia dei match di ritorno ma che è stato messo in discussione grazie ad una ritrovata Inter, che compie una clamorosa rimonta che però si è fermata sul più bello, quel rigore di Palacio sbagliato grida vendetta. Più agevole, come prevedibile, il compito del Milan che pone fine alla favola dell’Alessandria con una goleada che “sveglia” gli alessandrini dal sogno in cui stavano vivendo.

 

Milan vs Alessandria 5-0 (1-0)

20160301_205948“Abbiamo coronato il nostro sogno, ora pensiamo al campionato”. Questo striscione è apparso nel finale di gara da parte dei quasi 15mila tifosi Alessandrini giunti a San Siro (un vero e proprio esodo!) e sintetizza il tutto. L’Alessandria, e i suoi tifosi, ha goduto la serata magica che difficilmente se la scordano, ossia quella di giocare nel Tempio del calcio una partita vera, che valeva la finale della Coppa Italia, contro una squadra di livello mondiale, seppur in difficoltà in questo periodo di storia calcistica. E ci credevano dato che, sulla carta, lo 0-1 dell’andata apriva spiragli ad un miracolo, ma onestamente tra le due squadre ci sono veramente tre categorie di differenza, oltre al fatto che l’Alessandria in campionato è in vistoso calo. Ne esce una goleada rossonera, dove Sinisa Mihaljovic non ha fatto tanto turnover, tenendo in campo titolari come Bonaventura, Honda, Kucka, Antonelli e Romagnoli,autore di una sorprendente doppietta. L’Alessandria ha provato a volare sulle ali dell’entusiasmo partendo forte, ma dopo i primi gol di Menez e Romagnoli, si è spenta la luce del miracolo, pur spinti dai grandiosi tifosi. Nelle file rossonere c’era curiosità sulla coppia d’attacco Menez-Balotelli, con il primo che si è meritato, probabilmente, il ruolo di seconda punta al fianco dell’intoccabile Bacca (alla luce della disavventura di Niang) in campionato, ma non ha i 90’ nelle gambe. Balotelli invece, oltre al gol solo nel finale, ha giocato con sufficienza, non convincendo probabilmente l’allenatore che pretendeva molto da lui: lo rivedremo in campo da protagonista? Per l’Alessandria invece resta una meritata standing ovation da tutto San Siro, tifosi rossoneri compresi, per il percorso svolto fino ad ora che rimarrà negli annali della Coppa Italia. E il sogno di molti giocatori e tifosi di entrare nella Scala del Calcio per un match vero. La speranza per loro è di tornare 20160301_225048presto a calcare questo genere di prato e queste emozioni. Il Milan torna a giocarsi un titolo dalla supercoppa 2011 targato Ibrahimovic e Allegri, in particolare dopo 13 anni dall’ultima finale di coppa Italia, vinta contro la Roma. E lo fa dopo un cammino lungo ma non tortuoso, superando Perugia, Crotone (con qualche patema), Sampdoria, Carpi e Alessandria, sfruttando quindi il tabellone reso agevole dalle eliminazioni di Roma e Fiorentina.

 

Inter vs Juventus 3-0 (0-3) (3-5 d.c.r.)

Quello che è successo a San Siro, parte due, ha I contorni dell’incredibile: una immensa Inter tira fuori dal nulla, considerando il periodaccio che stanno passando, una prestazione monstre e riesce, nell’arco dei 90 minuti, a pareggiare i conti dell’andata. Lo fa con pazienza e anche qualche dose di fortuna e approfittando di una Juventus che probabilmente si sentiva la finale in tasca sia per il risultato dell’andata che per le difficoltà dell’Inter attualmente, soprattutto vedendo il match di campionato di 3 giorni fa. Ma ciò non è bastato, ai rigori infatti l’errore di Palacio condanna la squadra di Mancini e manda i bianconeri in finale. La Juventus gioca una partita anonima, svegliandosi soltanto nei tempi supplementari dove si è vista una Inter in debito d’ossigeno, comprensibilmente. Questo successo “inutile”, targato Brozovic e Perisic, potrebbe comunque ridare convinzione e morale all’Inter in vista del campionato per poter riprendere i punti persi in questo 2016, almeno in chiave terzo posto. Per la Juventus preoccupante passo indietro, seppur in campo mancassero diversi titolari, ma tre gol non li avevano mai presi in questa stagione e mai avevano perso con uno scarto superiore ai due gol, gli ultimi a riuscirci erano i marziani del Barcellona in finale di Champions League 2015 in entrambi i casi. Potrebbero pesare, in ottica campionato, i 120 minuti giocati con tanto di energie fisiche e mentali spese. Probabilmente a Torino si aspettavano di passare una serata tranquilla, ma così non è stato, bisogna riconoscere la cosiddetta “Pazza Inter”, che ci ha creduto rendendo interessante la serata. Allegri quindi torna in finale di Coppa Italia dopo il successo dello scorso anno ai danni della Lazio e si troverà di fronte l’altra milanese. Il tutto superando Torino, la stessa Lazio e infine l’Inter con queste due partite rocambolesche.

 

La finale Juventus vs Milan, 26 anni dopo dall’ultimo scontro in finale di Coppa Italia, si giocherà il 21 Maggio all’Olimpico di Roma, ma è tutto ancora da confermare, probabilmente per le richieste di Antonio Conte, CT della Nazionale, di anticipare la finale per non rovinare la preparazione per gli Europei. Ma molto probabilmente dipenderà dal cammino della Juventus in Champions League e da che piega prende il campionato per entrambe le squadre. In ogni caso, anche se mancano più di due mesi, la favorita resta la banda di Allegri, ma la gara secca potrebbe esaltare i rossoneri, sfruttando magari la migliore brillantezza di fine stagione. Inoltre, nelle recenti 15 vittorie consecutive della Vecchia Signora, contro il Milan è stata tra le più faticose. Il Milan non è ancora certo dell’Europa League, in quanto deve vincere la Coppa Italia, ma ha comunque il sesto posto del campionato ben saldo, ma in caso di vittoria della coppa (o del quarto/quinto posto in campionato) eviterebbe i rognosi preliminari dell’Europa League di fine Luglio. Potrebbe essere un antipasto della Supercoppa Italiana, nel caso la Juventus vincesse lo scudetto, come sottolineato da Mihaljovic in conferenza stampa. Ora è presto per fare pronostici ma sbilanciandosi ora possiamo dire Juventus 70% Milan 30%

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io Flare More Info"> 0 Flares ×

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *