1bet Sport Welcome Bonus
Cbet Sport Welcome Bonus

Higuain torna al gol ma non basta, la Juventus tenta la fuga

0 Flares Filament.io Flare More Info"> 0 Flares ×

Weekend lungo in questa 27ª giornata di Serie A, per andare incontro alle squadre impegnate negli incontri di Champions League ed Europa League tra martedì e giovedì, ben tre posticipi che hanno suscitato interesse per motivi diversi.

Il primo era il derby d’Italia e ha visto la Juventus affondare definitivamente l’Inter nella corsa al titolo, i bianconeri hanno giocato una prova convincente e hanno evidenziato una volta di più le difficoltà della squadra nerazzurra. Negli altri posticipi delude la Lazio dopo aver passato brillantemente il turno in coppa, al contrario Napoli e Fiorentina danno vita ad un match esaltante in campionato, dopo aver sfigurato il giovedì.

Per le squadre escluse da impegni infrasettimanali sottolineiamo le vittorie di Milan e Roma che sembrano molto in forma e sono lanciate per un posto in Europa. In zona retrocessione risalta all’occhio l’ottima vittoria della Sampdoria nello scontro diretto contro il Frosinone.

L’UOMO PARTITA – Non si placano ancora le polemiche in casa Roma, ma il Presidente ha detto la sua e Spalletti non ha fatto nessuna marcia indietro. La Roma in campo è bella e convince, sesta vittoria consecutiva e doppietta per El Shaarawy, l’italo-egiziano è il migliore in campo e se continua così potrebbe tornare molto utile alla Roma e anche all’Italia in vista dell’Europeo.

IL MATCH – Ancor più del derby d’Italia, il match di giornata è Fiorentina-Napoli. Prima di tutto fa riflettere il calcio che le due squadre hanno mostrato in campo, lontano anni luce da quanto si è visto nell’impegno europeo. Sono forse le due squadre che giocano meglio nel nostro campionato; in secondo luogo dopo il pareggio con il Milan arriva il secondo stop consecutivo per il Napoli che permette alla Juve di allungare; terzo il match è stato tutt’altro che noioso e la Fiorentina deve mangiarsi le mani per i due legni colpiti.

LO STRATEGA – Non è proprio lo stratega di giornata, ma il suo Sassuolo forse non andrebbe considerato più “una piccola”. Eusebio Di Francesco continua a fare meraviglie con i neroverdi e questa settimana arriva la vittoria contro una delle squadre più in forma della settimana. La Lazio arrivava a questo match con tanto entusiasmo, ma in campo viene totalmente eclissata dal gioco della squadra di Di Francesco.

LA GIOCATA – Per questa settimana non è un gol e nemmeno una giocata offensiva. Ad aggiudicarsi la nomination è il giovane Gigio Donnarumma, nel primo tempo della sfida col Torino il portiere del Milan si prende una licenza poetica azzardando un’uscita rischiosa e al tempo stesso coraggiosa allontanando la palla dai piedi dell’attaccante avversario, la palla resta però in zona e una frazione di secondo dopo si fa trovare di nuovo pronto deviando in calcio d’angolo.

L’EPISODIO – Lo abbiamo scovato allo Juventus Stadium, ma non è qualcosa legata all’arbitraggio. Morata segna il rigore che chiude definitivamente i conti, festeggia e poi corre verso la panchina dove abbraccia Zaza. Se ricordate bene qualche settimana fa era stato Zaza a segnare e poi era andato da Morata, scambio di abbracci tra due attaccanti che dovrebbero essere in competizione e guardarsi in cagnesco per poter giocare qualche scampolo di partita. Immagine bellissima ed emblema della marcia in più della capolista rispetto alle avversarie dirette dove non regna l’armonia.

RISULTATI:

Empoli-Roma 1-3
Milan-Torino 1-0
Palermo-Bologna 0-0
Chievo-Genoa 1-0
Udinese-Verona 2-0
Carpi-Atalanta 1-1
Sampdoria-Frosinone 2-0
Juventus-Inter 2-0
Lazio-Sassuolo 0-2
Fiorentina-Napoli 1-1

CLASSIFICA:

Juventus 61
Napoli 58
Roma 53
Fiorentina 53
Inter 48
Milan 47
Sassuolo 41
Lazio 37
Bologna 35
Chievo 34
Empoli 34
Torino 32
Atalanta 30
Udinese 30
Genoa 28
Sampdoria 28
Palermo 27
Frosinone 23
Carpi 21
Verona 18

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io Flare More Info"> 0 Flares ×
Simone Milioti

Simone Milioti

Vivo a Messina dove ho concluso i miei studi nell'ambito della comunicazione. Il mio primo amore è stato Roger Federer, da lì in poi la mia passione si è allargata a tanti altri sport. Oltre a scrivere (ora dirigere) presso LoSportOnline ho anche collaborato alla nascita di Blog34, piazza virtuale studentesca, di cui vado molto fiero.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *