1bet Sport Welcome Bonus
Cbet Sport Welcome Bonus

Coppa Italia 2015/2016 – Dopo 20 anni, riecco l’Olimpia Milano!

0 Flares Filament.io Flare More Info"> 0 Flares ×

Si è disputata nell’ultimo fine settimana la Final Eight di Coppa Italia del Basket al Forum di Assago. La coppa è stata vinta, dopo 20 anni di astinenza, dall’Olimpia Milano che stavolta non soffre la pressione e supera in finale una comunque brava Scandone Avellino per 82-76. Milano ai Quarti e in Semifinale aveva passeggiato su Venezia e Cremona, che ai Quarti superava la detentrice Sassari al cardiopalma, mentre Avellino fu costretta a tirare fuori il meglio contro Reggio Emilia, Testa di Serie n 1, e Trento, che superò Pistoia ai Quarti di finale. Coppa Italia meritata per Milano che in questi tre giorni era una spanna sopra i rivali dimostrando di essere più squadra rispetto agli anni precedenti dove ha sofferto parecchio la pressione del ruolo di grande favorita. E’ il secondo titolo dell’era Armani dopo lo Scudetto del 2014.

L’MVP: Chiaramente lui, Rakim Sanders, eletto MVP della Final Eight. Arrivato da poco, anche complice un infortunio, ha saputo entrare velocemente negli schemi di Jasmin Repesa e, seppur in un ruolo non propriamente suo, ha letteralmente dominato il match, sia sotto canestro che con il tiro dall’arco, producendo 17pt fondamentali per la conquista della Coppa Italia. Ex Sassarese, ha saputo entrare subito nel cuore del tifoso milanese. Ma menzione d’onore è sicuramente riservata a Bruno Cerella: Venerdì si è fatto male, Sabato è stato operato al menisco e Domenica al Forum. In borghese? Macchè, in divisa ed è sceso pure in campo facendo il suo lavoro. Neanche Cristo è arrivato a questo punto…

IL MATCH: Facile dire la Finale, noi diciamo il quarto di finale Sassari vs Cremona, con i sardi costretti ad abdicare dopo due trionfi consecutivi. Questo match si è giocato al cardiopalma, concluso solo con l’ausilio dei tempi supplementari. Tante recriminazioni per Sassari, reo di non aver commesso fallo sistematico all’ultima azione di Cremona essendo avanti di 3, e questa scelta (o qualche brutto segnale nello spogliatoio sardo?) risultò fatale dato che poi Cremona quel tiro lo ha messo dentro….

LA GIOCATA: Rubata e schiacciata di Rakim Sanders all’inizio del quarto periodo di Avellino vs Milano, che fece esplodere il Forum e ha dato il via al parziale decisivo che consegnò la coppa a Milano. Mix di intensità pazzesca e potenza sopraffina, ciò che piace tanto al pubblico milanese.

LO STRATEGA: Jasmin Repesa, allenatore in grado di riportare la coppa Italia a Milano dopo 20 anni, merita applausi, capace di mettere le cose in chiaro fin da subito ed avere pazienza. I risultati sono con lui, ma anche le prestazioni, ultimamente convincenti. L’acquisto di Kalnietis ha dato meno pressione ad Andrea Cinciarini che ha giocato un Week End ad alti livelli, mentre Repesa dovrà risolvere il rebus stranieri dato che ora in Rosa, in campo italiano, sono un po’ troppi….

L’EPISODIO: Il già citato tiro da 3 di Cazzolato che consente Cremona di allungare la sfida con Sassari e poi vincerla: perché non è stato fatto fallo sistematico? Sarà un rebus da risolvere…perché se fosse passata Sassari, poteva esserci un epilogo differente dato che Milano soffre l’incubo sardo, capace di batterla nelle ultime due edizioni e nell’ultima sfida in Semifinale Scudetto. Anche se quest’anno Sassari è calata rispetto agli anni scorsi, ma mai dire mai…meglio per il pubblico milanese, che così si è goduta la spazzolata sui resti di Cremona.

 

Risultati:

Reggio Emilia – Avellino 87-94
Trento – Pistoia 81-74
Sassari – Cremona 89-97 d.t.s.
Milano – Venezia 88-59

Avellino – Trento 71-69
Cremona – Milano 58-90

Avellino – Milano 76-82

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io Flare More Info"> 0 Flares ×

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *